I 10 telefilm più piratati dell’anno

 

Come direbbe Luciana Littizzetto oggi è il tempo della notizia balenga, quella che non sposta granché alla conoscenza del mondo: questa volta si tratta dei dieci telefilm più scaricati illegalmente del 2012 (per i dati del 2013 dobbiamo ancora aspettare). Quando ho visto che torrentfreak.com dando prova di grande zelo aveva raccolto i dati da tutti i report dei BitTorrent trackers ed aveva poi stilato una classifica dei downloads, la mia curiosità da teleutente è schizzata alle stelle: dove si collocavano le serie che più amavo? Chi poteva essere la prima?

La classifica dei downloads. Per raccontarlo ho confrontato i dati dei downloads illegali con i dati degli spettatori USA. Per ora fermiamoci ai downloads, che sono riportati nell’asse verticale del grafico: partendo dall’alto e scendendo verso il basso si può “leggere” tutta la classifica dei telefilm piu’ piratati. Forse lo immaginavate – io lo immaginavo – vince The Game of Thrones, che nella puntata più vista supera i 4 milioni di downloads illegali. Seguono con più di 3 milioni Dexter e The big bang theory, e ancora How i met your mother (2.9 milioni), Breaking Bad (2.5),  The Walking dad (2.5), Homeland (2.4), House (2.3), Fringe (2.2) e Revolution (2.1). Eccoli tutti qui, quindi, i dieci telefilm più piratati.

Il rapporto con i telespettatori USA. Nell’asse orizzontale del grafico  è riportato il numero medio di telespettatori USA (stimato) per gli stessi telefilm: più ci si sposta verso destra, più il numero cresce. In questa classifica l’indiscusso vincitore è The big bang theory, che totalizza quasi 16 milioni di telespettatori a puntata. Sorprendentemente, i telefilm che ottengono il maggiore successo “illegale” non sono gli stessi con il maggiore numero di telespettatori “legali”: diremmo noi statistici che la relazione non è lineare. Anzi, si possono più o meno distinguere tre gruppi di comportamento. I telefilm che ho racchiuso nel quadrato giallo possiamo chiamarli i “Legali”, perché hanno un alto numero di telespettatori legali e un relativamente basso numero di downloads: sono The big bang theory, Revolution, The walking dead, How i met your mother ed House. I verdi potremmo definirli i “Moderati”, in quanto hanno un numero moderato di telespettatori sia legali che illegali: sono Fringe, Breaking Bad ed Homeland. I rossi, invece, sono quelli in cui il numero di downloads è particolarmente elevato, ma il numero di spettatori non lo è altrettanto: sono The games of Thrones e Dexter, e li chiameremo i “Piratati”.

I Piratati. Più il numero di downloads illegali è alto rispetto al numero di telespettatori, più la casa produttrice sta perdendo denaro. I Piratati, dunque, sono la spina nel fianco delle case produttrici. The Games of Thrones è l’esempio più vivido: con 4.2 milioni di telespettatori e 4.2 milioni di downloads da Torrent per puntata, circa metà degli appassionati vede il telefilm in maniera illegale. Per cercare di rendere meno superficiale questa notizia balenga, mi sono chiesta: perché questo è accaduto?

Perché Games of Thrones è così piratata. Cercando su internet ho scoperto di non essere l’unica a proporre speculazioni su questo tema. Il contributor di Forbes Erik Kain in un’approfondita analisi  punta del tutto il dito contro l’azienda produttrice, la HBO: l’azienda, infatti, ha deciso di conservare tutti i diritti della trasmissione, assicurando la visione del telefilm solo ai sottoscrittori (paganti) del canale via cavo. Non è dunque possibile accedere a Games of Thrones su canali online o su piattaforme come Netflix, e dunque gli utenti che non dispongono di TV (molti giovani e molti stranieri) accedono altrimenti ai contenuti. La HBO può solo biasimare se stessa per questo record, sostiene Kain. Sarà dunque vero che modificare il servizio di produzione può evitare parte della pirateria? Oppure è un problema che non vale neppure la pena di porsi, come ha risposto il co-presidente di HBO Eric Kessler? La domanda mi sembra interessante.

Un nuovo giochino partecipativo. Se è vero che la responsabilità è anche delle case produttrici, allora un alto tasso di downloads illegali dovrebbe essere associato a serie tv trasmesse in canali a pagamento o che non forniscono servizi di accesso online, specialmente dall’estero. Mi sono così impegnata a compilare la tabellina di sotto, per provare sommariamente ad approvare o confutare questa tesi. La terza colonna mostra il tasso di “piratamento”, ossia la percentuale di downloads sul numero di utenti finali (downloads+telespettatori). Effettivamente Dexter e Homeland, i due telefilm con percentuale piu’ alta assieme a The Games of Thrones, sono trasmessi su Showcase, un canale a pagamento di CBS, mentre The walking dead, una delle serie con la percentuale più bassa, è trasmessa in contemporanea internazionale su Fox international (il che permette a non statunitensi di vedere il telefim anche dall’estero senza ritardo). Mi mancano pero’ un po’ di informazioni per finire la tabella, che per la mia ignoranza in materia e scarsa applicazione non sono riuscita a trovare. CBS è a pagamento o meno? Fox? NBS? Mangiatori di telefilm online ed esperti di canali statunitensi, fatevi avanti!  Attendo con curiosità l’ultimo tassello del puzzle.

Name Downloads US viewers Piracy rate Channel Info
Dexter 3850000 2750000 58,33 Showtime (CBS) A pagamento
Game of Thrones 4280000 4200000 50,47 HBO A pagamento
Homeland 2400000 2360000 50,42 Showtime (CBS) A pagamento
Breaking Bad 2580000 2980000 46,40 AMC Generalista
Fringe 2280000 3120000 42,22 Fox ?
How I Met Your Mother 2960000 10140000 22,60 CBS ?
House 2340000 9780000 19,31 Fox ?
The Walking Dead 2550000 10870000 19,00 AMC + Fox international ? + simultanea internazionale
The Big Bang Theory 3200000 15820000 16,82 CBS ?
Revolution 2130000 11650000 15,46 NBC ?

I dati sui telefilm

I dati sui downloads sono pubblicati sul sito torrentfreak.com, un blog che si occupa del mondo di Torrent fornendo anche statistiche sul suo utilizzo e sui materiali piu’ scaricati.

 

  • Salvatore Fortuna

    interessanta. ma mi piacerebbe sapere, da perfetto ignorante sui telefilm americani, se vi è una correlazione tra contenuto dei telefilm e tasso di pirateria.

    • Innanzitutto grazie per il commento e per lo spunto :) Andando nel merito della domanda, la risposta, purtroppo, non e’ affatto semplice. Innanzitutto cosa si intende estattamente per contenuto, il genere del telefilm o la sua qualita’? Nel primo caso si potrebbero considerare delle categorie, nel secondo un qualche indice di qualita’, come punteggi ottenuti in recensioni e similari, ma gia’ qui saremmo in un terreno parzialmente scivoloso. Ma il vero problema sorge per il fatto che la pirateria e’ un fenomeno illegale, e come per il mercato nero, il numero dei clandestini o i profitti della mafia, e’ difficile reperire dati al riguardo. Proprio per questa ragione la classifica di torrentfreak mi ha cosi’ incuriosito, perche’ permette in qualche modo di dare un’occhiata ad un fenomeno altrimenti poco studiabile: ma per scendere nel dettaglio del contenuto, 10 serie tv sono davvero troppo poche. Certamente si potrebbe studiare la correlazione tra numero di telespettatori “legali” e contenuto dei telefilm, pero’ sarebbe del tutto arbitrario derivarne conseguenze sul tasso di pirateria, anche perche’, come si vede dall’articolo, la relazione tra le due non sembra lineare (e le ragioni possono essere molte: i telespettatori delle serie tv sono sostanzialmente statunitensi e sottoscrittori dell’abbonamento ad un canale, dunque per assurdo anche la programmazione di quel canale potrebbe influire sul numero di telespettatori; dall’altro dato, i “piratanti” provengono da tutto il mondo ma sono in qualche modo audience “pura”, nel senso che non c’e’ programmazione di contorno che influisce sul numero dei downloads). Insomma, tutto questo per dire che non e’ una domanda semplice. Ma restero’ all’allerta e se dati al proposito verranno pubblicati, non manchero’ di provare a dare una risposta ;)